Sul lago argentato

Oggi le previsioni meteo non sono state propriamente rispettate ed un cielo grigio e triste ci ha accompagnato in quest’ultima uscita di gruppo del 2019. Ritemprati da una temperatura che, uscendo da Borgo in direzione Arona, non superava gli 0 °C, poi portatasi stabilmente sui 3 °C sulla sponda del Lago Maggiore, ci siamo impegnati nel pedalare il solito giro invernale con passaggio da Stresa per raggiungere Fondo Toce e costeggiare a monte il lago di Mergozzo.

Qui giunti nell’omonimo centro abitato, essendo all’incirca a metà del percorso previsto, diventa quasi d’obbligo una sosta per sorseggiare un buon caffè e  scattare una foto ricordo. Impossibile non rimanere incantati dalla bellezza del lago argentato dal riflesso dei raggi solari filtrati dal sottile strato nuvoloso, per poi riprendere il nostro pedalare in direzione Gravellona, Omegna e poi Orta per evitare la fredda “valle del Plin” se si fosse rientrati da Cesara.

IMG_20191229_103548

Ancora una volta è stato bello pedalare in compagnia cogliendo e memorizzando le immagini più belle dei nostri splendidi laghi che anche in pieno inverno ci sanno regalare.

Salutiamo l’anno vecchio con i più sinceri Auguri per uno SPLENDIDO 2020 ricco di serenità e energia, con tante pedalate in allegra compagnia!

Sgambata di Santo Stefano

In questi giorni è meglio non salire sulla bilancia! Dopo le abbuffate che si sono conseguite nel periodo pre_Natalizio, dove tra cene aziendali, cene sociali, cene augurali tra  amici, tra coscritti e chi più ne ha più ne metta… ieri abbiamo toccato l’apice con il tradizionale pranzo in occasione del Santo Natale e relativa cena. Come ogni anno ci si ripromette per il successivo di dare un deciso taglio agli antipasti ed alle portate … ma, come ogni anno, ci si risveglia il giorno successivo appesantiti da qualche chilo di troppo.

Il senso di colpa, improvvisamente, ci attanaglia. Ed inevitabilmente il nostro pensiero va ad un sano giro in bicicletta per, quanto meno, cercare di smaltire gli eccessi accumulati… ed eccoci ritrovati a pedalare in compagnia, senza troppa fretta.

IMG_20191226_105943

Giretto tranquillo nel medio Novarese con attraversamento delle colline in direzione di Mezzomerico, pausa caffè a Pombia e rientro tra Divignano (dove siamo stati catturati da questo bellissimo mosaico realizzato a mano, credo tutto ad uncinetto), poi Veruno e Bogogno, al fine di rientrare prima di mezzogiorno… non vorrai mica mancare al pranzo  di Santo Stefano!? Primo Martire del Cristianesimo e uno dei nomi a maggior diffusione, … chi non ha uno Stefano da festeggiare?  e su altri chili di troppo… cominciamo a pensare alla prossima uscita, così, tanto per smaltire un po’

Un saluto a tutti… alle prossime pedalate!

Pro TeleThon_Omegna 2019

Dopo un mese di Novembre piovoso che ci ha praticamente impedito di pedalare nei fine settimana, finalmente sembra che Dicembre abbia messo un po di giudizio… dopo l’uscita di domenica scorsa, (8 Dicembre), sui laghi causa le temperature precipitate vicino allo 0°C, oggi ci siamo recati in quel di Omegna per portare un po di solidarietà nella giornata Pro TeleThon. IMG-20191211-WA0000[1]

Già dalla partenza in Borgomanero ci siamo inevitabilmente posti la domanda “ma gli altri dove sono?” … pensate alla tristezza nel vedere il lungolago di Omegna pressoché deserto di biciclette… la solita location nei pressi del ristorante Croce Bianca è stata spostata nei giardini lungolago all’imbocco della strada per Bagnella, come per la CT di San Vito.

Un banchetto scarno e senza nemmeno un gazebo ospitava un responsabile del Bici Club Omegna, affiancato dal sempre presente Presidente della UILDM, sezione VCO, per la raccolta delle Iscrizioni/offerte finalizzate alla manifestazione. Le ns. 5 iscrizioni erano state precedute da una ventina di altri partecipanti, successivamente si sono presentati una 15na di nuovi partenti, credo in tutto non fossimo più di 40 pedalatori.

IMG-20191214-WA0000

Dopo una breve quanto desiderata pausa Caffè ci siamo riportati in zona partenza per le solite foto di rito, e qui non manco di ringraziare il fotoreporter ufficiale, Enrico, che si è messo gentilmente a disposizione di tutti i gruppi presenti, ed al quale abbiamo anche chiesto la solita foto con telefonino da poter pubblicare immediatamente sui social.. ed ecco l’immancabile prova della ns. presenza

IMG_20191214_132441Rientro, per noi, nuovamente da Orta, a velocità controllata dietro furgone, Ove giunti a Gozzano abbiamo abbandonato la comitiva in direzione Borgomanero.

Non voglio fare la figura del solito polemico, ne tanto meno mi posso permettere di rimbrottare nessuno… pero’ una domanda mi sorge spontanea in questo mondo sempre più arido di Valori.. Tutti noi, “cicloamatori o cicloturisti” che dir si voglia, troviamo un po di tempo per le uscite in bici. Siamo disposti a sobbarcarci anche qualche centinaio di km in auto per andare a pedalare una manifestazione con il solo scopo di arrivare ad un ipotetico traguardo davanti all’amico, o al proprio compagno di squadra… E invece quando abbiamo l’occasione di unire la nostra voglia di pedalare al dare una mano alla ricerca o, più semplicemente, a chi ci sta accanto con la sola colpa di non aver avuto la nostra stessa fortuna dalla vita, ci voltiamo egoisticamente dall’altra parte…

Buone pedalate a tutti… e Buone Feste!

 

Cicloturistica di San Vito ad Omegna

Abbiamo pedalato oggi la Cicloturistica di “San Vito”, classico evento organizzato dagli amici del Bici Club Omegna ed inserito nel programma degli omonimi festeggiamenti di fine agosto nella loro cittadina lacustre. Le finalità benefiche della manifestazione attirano sempre un discreto numero di appassionati ciclisti della zona che ben conoscono le bellezze offerte dal percorso che in pratica porta alla circumnavigazione del bacino del lago di Mergozzo e del Cusio, due dei tesori naturalistici del nostro territorio, infatti l’intero ricavato della manifestazione sarà devoluto alla LIDM, organizzazione onlus che si occupa di assistenza alle persone colpite dalla Distrofia Muscolare ed alle loro famiglie.

Una splendida giornata di sole e dalla temperatura mite ha fatto da cornice ideale all’evento cui hanno risposto 101 iscritti, di questi ben 13 erano i ns. portacolori saliti ad Omegna direttamente in bici sfruttando la frescura mattiniera ed apprezzando ancor di più i primi raggi del sole che illuminano l’isola di San Giulio e la costa pellina dominata dalla rocciosa parete su cui si erge il Santuario della Madonna del Sasso.

IMG_20190825_085216 - Copia

Giunti in quel di Omegna, salutato partecipanti e conoscenti, ringraziato gli organizzatori ed i responsabili ACSI che si occupano della direzione gara e di garantire la possibilità di pedalare in sicurezza con la chiusura al traffico degli incroci etc… abbiamo potuto dedicarci ad assaporare un buon caffè in attesa della partenza avvenuta come da programma alle ore 9,00. Direzione Gravellona Toce, Mergozzo, Ferriolo e ritorno ad Omegna dove abbiamo affrontato la salita che porta a Nonio e a Cesara, sempre ad andatura controllata con auto e furgone direzione gara a fare l’andatura, allegra ma non troppo, adatta a questo periodo della stagione dove, chi più chi meno, un po di gamba ce l’hanno tutti. Per questioni di orario e per evitare inutili diatribe in famiglia in quel di Gozzano abbiamo abbandonato la carovana per rientrare a Borgomanero in un’orario, una volta tanto, conforme alle esigenze famigliari…

Un ringraziamento ancora a tutti coloro che si impegnano nel realizzare queste manifestazioni ed ai colleghi ciclisti che le pedalano…  alla prossima pedalata in compagnia.

La “100 Valli” 2019

Domenica 07 luglio u.s. abbiamo portato un gruppetto di cicloamatori a pedalare i circa 140 km dell’ormai classico percorso della Centovalli, cicloturistica ad andatura libera, (alla Francese), che ci porta dal bacino imbrifero del Lago Maggiore, passando in territorio svizzero fino a Locarno, a risalire la Centovalli fino a Re, (qui è stata d’obbligo una visita all’omonimo Santuario, dove non abbiamo potuto non ricordare la recente scomparsa dell’amico Carmelo con cui abbiamo condiviso per anni la partecipazione a questa manifestazione, dedicandogli una preghiera, ciascuno a modo suo), per poi entrare nella Valle dei Pittori a Malesco e raggiungere il punto di ristoro situato presso la Stazione della Vigezzina in Santa Maria Maggiore.

IMG-20190707-WA0009

Ripreso fiato e rifocillati, abbiamo ripreso la statale in direzione Druogno per poi scendere a tutta verso  il fondovalle dove ci aspettava il tratto più noioso del percorso lungo la vecchia statale dell’Ossola fino a Gravellona T. e da qui, ripercorrendo in senso contrario il tratto mattutino, rientrare in Omegna. dove ci attendeva un lauto e meritato Pastaparty finale… arrivederci alla prossima edizione… se ci sarà!? La concomitanza con altre manifestazioni in calendario sul territorio ha decimato l’adesione di alcune società e sopratutto di molti cicloamatori, a pedalare quest’anno saremo stati si e no una settantina… qualunque organizzatore si demoralizzerebbe. Peccato! Perchè resta una delle manifestazioni cicloturistiche “storiche” più belle, con un percorso di rara bellezza e, lunghezza a parte, alla portata di tutti…

Milano – Arona Bike Night

IMG_20190629_210741 - CopiaAssieme ad altre 830 persone abbiamo pedalato stanotte la 4° edizione della manifestazione in oggetto che, dopo tre anni di condizioni meteo sfavorevoli con pioggia e temporali, questa volta ha permesso di pedalare in condizioni ambientali ottimali data l’eccezionale calura di questi giorni.

Scesi dal treno alla Stazione Centrale di Milano, subito nel piazzale antistante era posizionata la location della manifestazione con i suoi stand per il ritiro dei pacchi gara e i vari sponsor. Nelle vicinanze un locale convenzionato per una cena frugale, poi l’attesa della mezzanotte per lo IMG_20190629_234854 - CopiaStart della ciclopedalata, a carattere assolutamente cicloturistico, che ci ha portato ad attraversare il centro cittadino con le sue vie caratteristiche della “movida” milanese non senza una sosta simbolica in Piazza Duomo, da qui attraverso P.zza San Babila ci siamo spostati alla darsena sui Navigli, e poi via verto Trezzano e Abbiategrasso dove ci attendeva un primo ristoro.

IMG_20190630_001928 - CopiaIndubbiamente coreografico il serpentone di luci rosse lampeggianti che, al di fuori dei centri abitati, ti precedeva all’infinito, così come l’aspetto sorridente e rilassato di tutte le persone che incontravi che rappresentavano espressivamente il vero senso della manifestazione, la passione per la bici che non dorme mai, il pedalare a qualsiasi ora del giorno senza la paura del buio,  lo spingendosi così lontano oltre i limiti cartografici del proprio territorio di origine ad illuminare una notte d’estate… bello! veramente piacevole… assolutamente da ripetere in serena compagnia.

Secondo ristoro, veramente un po sottotono, a circa metà percorso e terzo ristoro all’altezza di Pombia per spostarsi successivamente sul Ticino e rientrare da Sesto Calende ad Arona dove ci attendeva una foto ricordo e l’agognata colazione a base di croissant e cappuccino in Piazza del Popolo.

Avventura finita e rientro alle proprie abitazioni…. al prossimo anno!!