Le nostre “Strade bianche”_Siena

Il “lockdown” impostoci dai provvedimenti ministeriali atti a contrastare la diffusione del Covid-19 ha inevitabilmente e fortemente condizionato l’attività sportiva di questo indimenticabile 2020.

Se la stagione cicloamatoriale agonistica praticamente non è nemmeno iniziata, il ciclismo in generale, individualmente, è stato sicuramente uno delle pratiche “sportive” meno penalizzate. Se pensiamo per esempio agli sport di squadra (es. Basket, calcio, pallavolo etc.) che sono a tutti gli effetti ancora bloccati, il mondo dei pedalatori ha avuto un’inaspettata impennata, tant’è che molte industrie del settore non sono state in grado di soddisfare le richieste del mercato ed i rivenditori di zona hanno dovuto rinunciare a delle vendite causa i magazzini vuoti.

MacugnagaQueste considerazioni fungono da prefazione alla presentazione dell’ultima “avventura” organizzata dalla ns. A.S.D.

Dopo la salita al Passo San Giacomo, in Alta Val Formazza, e la traversata delle Alpi Liguri da Limone Piemonte a Ventimiglia lungo la Via del Sale, di cui abbiamo già scritto un resoconto nel mese di giugno, a luglio abbiamo prima assaggiato la tenuta in sella con una bella pedalata da Borgo a Macugnaga e ritorno, godendoci le bellezze della Valle Anzasca e giungendo ai piedi della maestosa parete Est del Monte Rosa, e lo scorso week end ci siamo recati a Siena dove abbiamo potuto pedalare ricalcando il percorso della “mitica” G.F Strade Bianche.

Siena la conosciamo tutti. Perla medioevale giunta pressoché intonsa fino ai giorni nostri grazie alla lungimiranza degli allora governanti, primi in Italia nel dare atto ad un vero e proprio “piano regolatore” che, di fatto,  impedì scempio e demolizioni del centro storico, regalandoci quel susseguirsi di vicoli e palazzi che si dipartono da Piazza del Campo, riconosciuta universalmente come una delle più belle piazze d’Italia e rinomata al mondo, con quella sua forma a conchiglia e per la bellezza e l’integrità architettonica. Ma la nostra curiosità andava oltre… volevamo pedalare lungo le colline Senesi e, sopratutto, lungo gli oltre 30 km di strade bianche che ci accompagneranno lungo l’itinerario.

Preparato le bici dopo una sana colazione finalmente si parte… e si parte,ovviamente, dalla parte sbagliata, alla ricerca della traccia indicata dai nostri Garmin. Con l’aiuto di Google Maps riusciamo ben presto a ritrovare la giusta via e prendiamo allegramente a pedalare coccolati dalla ancor fresca brezza mattutina tra distese infinite di ridenti girasoli. Sopratutto all’inizio le pendenze sono decisamente insignificanti, i borghi arroccati sulla cima delle colline conquistano i nostri sguardi con il loro antico fascino e le ruote scorrono sull’asfalto liscio lasciando dietro di sé solo un’impercettibile fruscio… Dopo una 30.na di km ci immettiamo nel primo tratto di sterrato (n°1=2,1 km) e, quasi sorpresi, riusciamo a tenere senza fatica un’andatura sui 30 km/h nonostante le vibrazioni trasmesse dalle bici stradali… e la polvere alzata da qualche mezzo motorizzato in transito. Rientrati sulle strade asfaltate continuiamo l’alternanza tra tratti in salita e tratti in discesa, tratti sterrati e tratti asfaltati (n°2=5,8 km), attorno al km 40 ci troviamo al bivio tra il percorso corto e percorso lungo della G.F. , “non siamo certo venuti qui per nulla!” e decidiamo all’unanimità di svoltare per il lungo. subito inizia un tratto di sterrato niente male (n°3= 4,4 km) inizialmente pianeggiante, quasi in costa  sulle colline dalle quali si intravede a breve distanza l’Autostrada Siena-Grosseto, nella sua parte centrale si lancia in una breve discesa vertiginosa per poi risalire il versante opposto con pendenze a due cifre che mettono alla prova gambe e polpacci oltre alla concentrazione nel non far perdere aderenza  alla ruota posteriore. Qualche km su strada asfaltata giusto per rifiatare  ed entriamo nel tratto n° 4= 5,5 km anche questi belli impegnativi.

IMG_20200718_145537 copiaIl sole si è fatto alto nel cielo azzurro e dona alla campagna circostante una calda colorazione dorata… si comincia a sentire il richiamo del mezzodì e decidiamo di fermarci per uno spuntino ristoratore a Monteroni D’Arbia. Ripartiti e rifocillati affrontiamo il tratto n° 5 = 9,5 km, inizialmente pianeggiante, tra campagne lavorate e recinti con cavalli, ma che a lungo andare con i suoi continui saliscendi dalle pendenze impegnative comincerà ad evidenziare i primi segni di stanchezza nelle gambe dei partecipanti. IMG_20200718_135438.copiaNon riusciamo a trovare un Bar aperto per un caffè, e siamo costretti a riempire le borracce alla fontanella di una Stazione ferroviaria. Da qui in avanti non troveremo più una fontana, e mancano ancora circa 45 km all’arrivo. proseguiamo alla ricerca degli ultimi sterrati. (n° 6 =0,8 km) e (n°7=2,4 km), quest’ultimo si dimostrerà ostico, al punto che alcuni di noi saranno costretti a mettere i piedi a terra ed a percorrere bici alla mano un centinaio di mt, prima di riuscire a risalire sulle due ruote. Ormai le riserve di energia stanno giungendo al termine ed affrontiamo l’ultimo tratto  (n°8=1,1 km) consapevoli di aver portato a termine anche questa avventura che avrà inevitabilmente il suo epilogo con l’arrivo e la relativa foto ricordo in Piazza del Campo a Siena.

IMG_20200718_175752

LE SALITE DELLA LEGGENDA 2020

REGOLAMENTO UFFICIALE

SALITE DELLA LEGGENDA 2020

Manifestazione sportiva non agonistica creata per valorizzare lo sport, il paesaggio e la solidarietà delle nostre zone.

Il ricavato dalla manifestazione sarà devoluto in opere di beneficenza e solidarietà

ORGANIZZAZIONE

U.C.D Pratese, Cascina Madonna della Neve 1, 28077 Prato Sesia (NO).

E-mail : salite@ucpratese.it

Telefoni : 3470715073 (Organizzazione Marco L.)    3487281949 (Presidente Mauro N.)

DURATA MANIFESTAZIONE

Ha inizio il giorno 20 Giugno 2019 e termina il giorno 11 ottobre 2020

SALITE 2020

Le salite dell’edizione 2020 sono 10 (vedi elenco allegato al momento dell’edizione)

ISCRIZIONI

L’iscrizione comporta il tesseramento alla U.C.D. Pratese come socio sostenitore, il costo è di 25€.

Ai primi 200 iscritti verrà consegnato un omaggio. Dopo questa soglia l’omaggio può non essere garantito.

Le modalità di iscrizione sono:

  • Direttamente alla U.C.D Pratese durante la serata di presentazione (1 marzo 2019)

  • Al negozio TUTTOBICI di Renato Zaninetti via Novara 119, 28078 Romagnano Sesia (orari 8.30-12/14.30-19, chiuso lunedì tel: 0163826677)

  • Al negozio VELO VALSESIA Via Brigate Garibaldi 26/b, 13019 Varallo (orari 9 – 12,30 / 15,30 – 19,30, chiuso lunedì tel:0163 51359 officina 3428555217 negozio)

IL TESSERINO

  • Il tesserino è strettamente personale e NON PUO’ ESSERE AFFIDATO AD ALTRI. In caso di abuso il Comitato Organizzatore si riserva di annullare la validità dello stesso.

  • Il tesserino va compilato in ogni sua parte.

  • La compilazione dei dati personali è a carico del titolare del tesserino.

  • I dati personali di ogni iscritto sono soggetti alla riservatezza prevista dalla Lg.21.12.1996 n°675.

  • Al termine di ogni salita, presso i “punti di convalida” (bar , circoli, ristoranti, ecc.) indicati sul tesserino, va apposto il relativo timbro sullo stesso.i responsabili dei punti di convalida hanno il mandato di apporre il TIMBRO DI VIDIMAZIONE SOLO ALLA PRESENZA DEL LEGITTIMO TITOLARE. In caso di chiusura del bar è possibile scattare una foto davanti al bar e mandarla al n 3470715073

  • I tesserini, completi dei timbri previsti, vanno consegnati ESCLUSIVAMENTE presso i punti di riconsegna convenzionati, negozi:
    TUTTOBICI o VELO VALSESIA TASSATIVA ENTRO SABATO 5 OTTOBRE 2019.

 

  • E’ compito del Comitato Organizzatore verificare la validità del tesserino e consegnare il GADGET 2019 durante la serata finale.

 

TIMBRI” 2020

PER CONVALIDARE IL PASSAGGIO SULLA SALITA E’ POSSIBILE UTILIZZARE UNA TRACCIA GPS OPPURE UNA FOTO AL TESSERINO DAVANTI AD UN CARTELLO DEL PAESE O FRAZIONE.

INVIARE AL NUMERO 3470715073 LA FOTO O IL PERCORSO GPS ENTRO IL 12 OTTOBRE 2020

GADGET 2020

  • Omaggio al momento dell’iscrizione per i primi 200 iscritti. Dopo questa soglia l’omaggio non è garantito.

  • La MAGLIA SALITE DELLA LEGGENDA 2020 a chi completerà 10  salite.

  • Coloro i quali completeranno tutte le 15 salite saranno ulteriormente premiati con un riconoscimento.

ATTENZIONE: LA TAGLIA DELLA MAGLIA SARA’ SCELTA ALL’ISCRIZIONE

NON SARA’ POSSIBILE CAMBIARLA IN SEGUITO

CONSEGNA DELLA MAGLIA

  • Alla serata conclusiva. (SE LE NORMATIVE LO PERMETTERANNO).

  • Tramite delega scritta nella serata alla serata conclusiva.

  • Nei giorni seguenti presso i negozi:TUTTOBICI e/o VELO VALSESIA.

AVVERTENZE

  • Rispetto delle normative vigenti per il distanziamento sociale imposte dal covid19
  • L’organizzazione declina ogni responsabilità per danni a persone e cose arrecati o subiti nel corso delle Salite.

  • Rispetto verso se stessi (facendo uso del caschetto protettivo e prestando la massima prudenza lungo i percorsi),

  • Gli altri (automobilisti, pedoni, animali ecc.) e la natura (nessun rifiuto va buttato al di fuori degli appositi contenitori).

  • Il Comitato Organizzatore, nel ringraziare tutti coloro che consentono di realizzare questa iniziativa di promozione sportiva, turistica e di solidarietà,chiede a ogni partecipante di collaborare fattivamente alla promozione e alla piena riuscita della manifestazione, non esitando a segnalare eventuali disguidi organizzativi vanno segnalati tramite:

e-mail info@ucpratese.it

telefono/sms/whatsapp Marco 3470715073 / Mauro 3487281949

N.B. Il presente Regolamento è soggetto a modifiche. Sarà compito degli organizzatori segnalare tempestivamente tali variazioni sulla pagina Facebook Salite della Leggenda.

Prima domenica dopo la riapertura al CoVid-19

Eccoci qua!

Felici e soddisfatti?… Ancora non lo sappiamo!

Certamente un primo passo significativo verso un atteso “ritorno alla normalità” è stato fatto. Chi ha potuto uscire in settimana si era già tolto questa piccola soddisfazione… Chi, come me, ancora soggiogato dagli impegni lavorativi aspettava il fine settimana per risalire sulla propria bici, ha approfittato di questa prima domenica “no limit” per una sana pedalata in solitaria attraverso campagne e colline del territorio circostante.

Nonostante la giornata un po grigia ed il cielo coperto di nuvole ho incontrato parecchia gente, chi a piedi, chi in bici, che aveva fatto la mia stessa scelta, uscendo alla ricerca di quella sensazione di libertà che solo il pedalare o il camminare lungo strade poco trafficate da mezzi motorizzati può trasmetterti. Il solo percepire i suoni e i profumi della natura che ci circonda rappresenta il miglior “antistress” che anche il medico o lo psicologo più blasonato ti possa prescrivere. Se a questo unisci il respirare a pieni polmoni e il far lavorare il proprio apparato cardiovascolare a regimi “antisedentarietà” non esiste nulla di meglio, (o quasi!),  che puoi offrire a te stesso… e questo è parte integrante del Cicloturismo…

Aspettando tempi ancora migliori, ed il poter tornare a pedalare in compagnia per poter condividere questo spirito di libertà che ci pervade, auguro a tutti tante sane pedalate!

Giro nella Valle del Ticino

Come imposto dal Decreto Ministeriale emanato in data 4 Marzo 2020, tutte le manifestazioni sportive amatoriali sono state sospese fino al 3 Aprile p.v. nella speranza di limitare il diffondersi del COVID-19. Confortati dal parere degli specialisti medico sportivi che sostengono l’attività ciclistica effettuata all’aria aperta, in un contesto sano, dinamico e attivo rende estremamente difficile la trasmissione del virus, ci siamo permessi una pedalata in compagnia di pochi amici lungo le rive del Ticino.

Una bellissima giornata dalle caratteristiche ormai tipicamente primaverili ci ha regalato degli scorci di quell’Italia “da cartolina” che i nostri concittadini, (Europei), d’oltralpe possono solo sognare … Il Parco del Ticino con la sua flora e la sua fauna tipicamente fluviale, le sue acque chete nelle quali si riflettono le acacie ancora spoglie ma con le ramificazioni dalle sfumature verdeggianti per la presenza di infiniti germogli pronti ad esplodere in una gioiosa primavera.. (ndr: e qui ci vorrebbe un sottofondo Vivaldiano per meglio descriverla…) ci ha consentito di passare un bel momento alla faccia, speriamo, del micidiale Coronavirus.

IMG_20200308_093842

Nella speranza che presto si possa tornare alla “normalità” ed alle ns. belle pedalate in compagnia senza spauracchi e limitazioni, speriamo queste ultime almeno utili, colgo l’occasione per augurare  buone pedalate a tutti.

ANNULLATA la ns. C.T. pro Oratorio

Nonostante la ns. buona volontà, e lo dimostra il fatto che abbiamo aspettato fino ad emettere la presente comunicazione, nel rispetto delle normative vigenti, vedi il decreto  04 marzo 2020 emanato dalla Presidenza del Consiglio con lo scopo di contenere la diffusione del virus COVID-19 riguardante, nello specifico, le attività sportive amatoriali, la scrivente A.S.D. Cicloamatori Borgomanero si vede costretta ad annullare la cicloturistica in oggetto che era in programma domenica 8 marzo p.v.

VOLANTINO GARA ORATORIO 2020_Annullato

è ovvio il dispiacere per questa scelta, sia per quanto riguarda il perdere un’opportunità di condividere una sana pedalata in compagnia tra amici, ma sopratutto per aver perso l’occasione di rivivere in mezzo a noi  la memoria del ns. Socio Carmelo Crobu. Sardo, grande appassionato di ciclismo, caparbio vincitore di molte gare amatoriali sul ns. territorio, descritto, da chi correva con Lui una 30na di anni fa, come ragazzo Leale, Onesto e Generosissimo. (ndr Angelo Tredanari)

La mia opinione, confortata dagli specialisti medico sportivi, è che la pratica sportiva all’aria aperta, il ciclismo in particolare, in un contesto  sano, dinamico e attivo, rende estremamente difficile la trasmissione del virus in quanto la diluizione nell’ambiente è talmente veloce da non permettere una sufficiente carica virale  per poter infettare le persone vicine, è molto più pericoloso viaggiare sui mezzi pubblici, ho andare a far spesa in un centro commerciale….

Come sempre… buone pedalate a tutti!