Cicloturistica “Il Gigante”

IMG_20170917_082835 - CopiaAbbiamo pedalato oggi la cicloturistica denominata “La Gara della solidarietà” e organizzata dagli amici dell’A.S.D. Agrate Conturbia. La manifestazione non è altro che la riedizione della Cicloturistica de “Il Gigante” di Varallo Ponbia, come sempre ottimamente gestita dall’amico Cesare Vecchio che, dall’alto della sua esperienza nell’organizzare gare agonistiche e non,  garantisce la ns. sicurezza senza lesinare su motostaffette e mezzi al seguito. Ottimi e abbondanti anche i ristori, sia alla sommità della salita del Levo, lasciata libera agli spiriti più agonistici al fine di stilare una classifica amatoriale, sia all’arrivo. Sempre molto bello il percorso che, dopo una partenza pressochè in discesa, consente di scaldare le gambe costeggiando il lago Maggiore fino a Baveno prima di affrontare il tratto libero in salita  che con i suoi circa 7 km ci porta a Levo, salita contraddistinta da panorami mozzafiato sullo splendido lago sottostante e su di una strada veramente poco sfruttata dal traffico automobilistico, che ben si addice al sano cicloturismo. Dopo il ristoro/raggruppamento del Levo si rientra percorrendo l’Alto Vergante caratterizzato dai suoi mangia & bevi, attraversando paesini caratteristici, da Carpugnino a Massino con il suo Campanil Pendente, a Nebbiuno e Ghevio per giungere a Invorio. Discesa a Oleggio Castello per attraversare la S.S. 142 e via verso Comignago per risalire a Revislate e Conturbia fino al rientro a Varallo Pombia per un totale di circa 87 km ben spesi…

Nota da non sottovalutare… il ricavato della manifestazione sarà devoluto alla UPPMD, Federazione Internazionale United Parent Projects for Muscular Dystrophies, che riunisce i genitori dei bambini affetti dalla Distrofia Muscolare di Duchenne e Becker.

Grazie a tutti… alla prossima edizione

1° Memorial GIUSEPPE SALERNO _ Fontaneto d’A.

IMG_20170903_082940Abbiamo pedalato oggi la prima edizione di una manifestazione voluta dai figli di Giuseppe Salerno e organizzata dall’amico Angelo Tredenari, patron dell’A.S.D. donatori A.V.I.S. 118- Novara, in collaborazione con “Novara che pedala”. Prova valevole per il Campionato Provinciale di Cicloturismo.

Purtroppo la bella giornata di fine estate non è stata sufficiente a garantire un più alto numero di partecipanti. Evidentemente la concomitanza con la G.F. di Torino, prova di Coppa Piemonte, di altre manifestazioni sul territorio e, per alcuni, il non aver ancora smaltito le ferie estive, hanno ridotto l’adesione a poco più di una quarantina di pedalatori che si sono cimentati lungo un percorso di poco superiore ad una settantina di km ma molto interessante, caratterizzato dall’attraversamento in senso trasversale dei principali frangiacque naturali del nostro territorio, partendo dalla Valle dell’Agogna siamo andati a Suno risalendo lungo il T. Bottalengo e costeggiando i campi da Golf di Castelconturbia siamo giunti a Revislate, seguendo poi attraverso la valle della Meja e la Clinica di Veruno per risalire a Gattico. Svolta a Dx e discesa su Oleggio C. per risalire a Paruzzaro e Invorio. Di nuovo attraversamento T. Tessera e scollinamento per Bolzano N. discesa sulla Strada Provincila 229 del Lago d’Orta e rientro a Borgomanero attraverso la strada dei rubinetti, salita a Maggiora, Casina Enea, Romagnano S., Ghemme e scollinamento a Cavaglio per poi rientrare a Fontaneto.

IMG-20170903-WA0002Veramente un bel giro, sempre su strade secondarie, poco trafficate e immerse nel verde. L’andatura tranquilla ha consentito anche ai meno preparati di seguire dignitosamente il gruppo costretto a rallentamenti per raggrupparsi solo dopo le salitelle più impegnative. Ottima la gestione della sicurezza garantita da una moto e due quad. Ottimo e abbondante il ristoro finale apprezzato da tutti i concorrenti.

Grazie agli organizzatori che ci hanno consentito di pedalare in sicurezza lungo un bel percorso, a Pippo Fallarini ospite d’onore, ed a tutti i partecipanti senza i quali il cicloturismo non avrebbe motivo di esistere.

A presto, arrivederci tra 15 gg al Gigante di Pombia.

Giro del lago di Como

Complice la bella giornata estiva e l’aria di “ferie” che ancora ci circonda, abbiamo deciso dei festeggiare il compleanno del ns. amico Giancarlo accompagnandolo lungo uno degli itinerari più classici ed incantevoli delle prealpi lombarde; il giro del lago di Como. Ritrovo all’alba per spostarci in auto fino a Malgrate, praticamente periferia di Lecco e già in direzione Bellagio, dove incontriamo gli amici dell’A.S.D. GS Naviglio con cui condivideremo la pedalata.

IMG_20170827_101953La prima parte del percorso che collega Lecco a Como passando da Bellagio è sicuramente la più impegnativa, contraddistinta all’inizio da due gallerie abbastanza lunghe, (e ultimamente vietate al transito ciclabile!?), però abbastanza larghe e discretamente illuminate da consentirci di viaggiare in tutta sicurezza, e successivamente da un continuo susseguirsi di cambi di pendenza che, pur non presentando grandi differenze di quota, mettono un po’ in difficoltà i meno allenati. Viaggiando in senso orario pedali praticamente sempre dalla parte del Lago, a tutto vantaggio dello sguardo incantato dagli scorci suggestivi che l’ambiente Naturale ti offre. Solo le strade, in alcuni punti alquanto strette, richiedono una continua attenzione.

Finalmente arriviamo a Como dove ci attende una prima sosta per foto ricordo, etc… da qui le strade si allargano e le gallerie sono tutte contraddistinte dall’avere la pista ciclabile lato lago che ti permette sia di viaggiare in sicurezza, sia di poter dilagare con lo sguardo sul lago.

IMG_20170827_155956_BURST003Altra sosta d’obbligo a Menaggio, incantevole centro turistico lungo la sponda ovest, prima di proseguire per Dongo ed arrivare a raggirare la punta nord del lago. A questo punto ci stà un sosta rifocillatrice e decidiamo di fermarci sul lungolago di Colico dove ci attende uno “Spaghetti Cacio & Pepe” accompagnato da una pinta di fresca birra bionda… per un momento conviviale. Ripartiamo e rientriamo decisamente verso Lecco preoccupati dal traffico in aumento per il rientro da bollino rosso, non senza soffermarci a Mandello davanti alla mitica fabbrica della Moto Guzzi.

IMG_20170827_162303Giungiamo a Lecco ormai nel pomeriggio inoltrato e, nonostante il lungo lago sia gremito di famigliole e passeggiatori troviamo lo spazio per le ultime fotoricordo di una bella giornata in bicicletta e per regalare al nostro palato un buon gelato giustamente meritato.

Grazie atutti i partecipanti per la bella compagnia… e arrivederci alla prossima!