San Vito – Pro UILDM

IMG_20160828_085154Abbiamo aderito all’ormai classica cicloturistica di  fine agosto, inserita nel programma dei festeggiamenti di San Vito ad Omegna, portando il contributo solidale di 14 pedalatori, offerta a beneficio dell’Unione Italiana per la Lotta alla Distrofia Muscolare, associazione nazionale fondata nel 1961 a Trieste da Federico Milcovich[2] per promuovere con tutti i mezzi la ricerca scientifica e l’informazione sanitaria sulla distrofia muscolare e le altre malattie neuromuscolari, e per promuovere e favorire l’integrazione sociale delle persone con disabilità.

san_vito_base_news

Con noi, circa altre 170 persone hanno pedalato lungo un percorso di circa 65 km, accessibile anche ai meno allenati, con ritrovo e partenza  dal lungolago di Omegna addobbato a festa dalla presenza multicromatica di bancarelle e stand in occasione della festività patronale. Festa che in pratica regala l’ultimo saluto all’estate 2016.

Una bellissima giornata soleggiata ci ha dunque accompagnati da Omegna a Gravellona Toce, per proseguire poi a sx in direzione di Mergozzo, seguito il periplo di quest’ultimo omonimo lago dalle acque chete, chiuso tra i primi accenni prealpini, per dirigersi poi verso Feriolo, uno dei più bei borghi della sponda piemontese del Lago Maggiore sdraiato nella sua conca d’acqua rivolto a mezzogiorno con le spalle coperte dalla collina… in quest’occasione appena sfiorato per riprendere la S.S. del Sempione e tornare a Gravellona. Ritorno ad Omegna per un secondo attraversamento del Borgo e risalita verso la sponda occidentale del Lago D’orta, costellata da splendidi scorci sul ns. romantico lago, a gozzano svolta a Sx e rientro ad Omegna attraverso la S.S. 229 per il meritato ristoro finale.

Grazie a tutti per la bella pedalata jn compagnia che ci ha permesso, divertendoci, di fare del bene a noi stessi e ad altri, meno fortunati di noi.. a cui va il ns. pensiero accompagnato da un forte abbraccio…

Cicloturistica di San Vito, pro UILDM

Tratto dal sito delle Salite del VCO:

Come da tradizione, l’ultima domenica di agosto è dedicata alla Cicloturistica di San Vito, 4° Memorial Piero Valente, nonché “giro di solidarietà pro UILDM”.

Tre “titolazioni” a cui siamo legati per tanti motivi.

San Vito: il patrono di Omegna, che ogni anno richiama migliaia di turisti sulle rive del Cusio.

Piero Valente: un amico che ci ha lasciato troppo presto e che rimarrà per sempre nei nostri cuori.

UILDM: un’associazione che aiuta tante persone disabili e che per questo ha bisogno di tutto il nostro appoggio.

Tre motivazioni che ci spingono ogni anno a invitare tutti gli appassionati di ciclismo a questa pedalata in compagnia, consapevoli che ogni volta sarà un’esperienza entusiasmante e unica.     Cerchiamo di partecipare numerosi !!

san_vito_base_news

Roma, la Città Eterna

IMG_20160813_100347Completato il pellegrinaggio in bici ci siamo giustamente concessi un paio di giorni di relax per visitare il centro storico della capitale che, pur essendoci passati altre volte, ripaga sempre ampiamente il tempo che gli si dedica.

La sorpresa che ci ha maggiormente colpito, considerata da tutti i partecipanti, è stata la pulizia e l’ordine incontrati sia nei luoghi turisticamente più conosciuti, sia nelle immediate periferie. Ricordate i servizi al TG sul guano dei piccioni sul lungotevere e/o i cumuli di rifiuti a ridosso di cassonetti fatiscenti, i buchi nelle strade etc., etc.. Noi non abbiamo visto niente di tutto questo. Non sono riuscito a vedere un cornicione col calcestruzzo ammalorato o la facciata di un palazzo con la vernice che sfogliava, sembrava di muoversi all’interno di un museo a cielo aperto appena ristrutturato. Complimenti agli amministratori romani, evidentemente anni luce davanti agli amministratori locali.

IMG_20160812_202628Altra sorpresa in positivo è stata quella dei ristoranti; che da queste parti si mangiasse piuttosto bene è storia riconosciuta in tutto il mondo… ma che si pranzasse, (o cenasse), spendendo meno di quanto si spende da noi in pizzeria è stata una vera sorpresa.

Bellissimo girare per le vie/piazze principali semideserte, utilizzate praticamente solo da mezzi pubblici e Taxi, colorate dalla presenza multietnica di fedeli accorsi nell’anno del Giubileo ad ammirare ciò che resta di una civiltà/città già moderna 20 secoli fa e, non a IMG_20160812_163448caso, scelta dai più grandi artisti nei secoli a seguire che orgogliosamente hanno donato il meglio di se, consci di passare alla storia attraverso le loro opere di ineguagliabile espressione.

E qui ci fermiamo! Abbiamo vissuto una settimana sicuramente intensa, condividendo il piacere di una sana pedalata sulle nostre specialissime, i IMG_20160813_124843momenti goliardici attorno alla tavola sempre ben imbandita con prodotti tipici locali, le scelte alternative di percorsi meno trafficati ma a volte più impegnativi del previsto, le forature, le cadute, le passeggiate.. il bello dello stare assieme.

scansione0030Quindi era questo il significato del “Pellegrinaggio”…quando siamo partiti per la verità credo che ognuno di noi non avesse ben chiaro cosa si nascondesse dietro a questa parola; ma chiamiamola “pedalata”… ma chiamiamola “cicloturistica” a tappe … ma chiamiamola passeggiata…. Oggi l’abbiamo scoperto. Pellegrinaggio vuol dire semplicemente condividere il cammino verso una meta, l’aver bisogno l’uno dell’altro, il piacere di aiutarsi a vicenda, il saper accettare le opinioni altrui… sapersi ascoltare.

Ringraziamo in primo luogo l’assistenza con il furgone che è sempre stata presente ogni qualvolta se ne sentisse la necessità e che ha svolto un lavoro al di sopra di qualsiasi nostra aspettativa. In secondo luogo l’addetto alla logistica che ha trovato delle location presso Alberghi, hotel, agriturismi e bed&breakfast tutte qualitativamente di ottimo livello e a prezzi veramente accessibili, complimenti !! A seguire il proprietario del Furgone, nonchè guida turistica a Roma, che ci ha consentito di contenere significativamente le spese e, infine ma non ultimi, tutti coloro che hanno pedalato permettendoci di realizzare e vivere questa bellissima esperienza.

Grazie a tutti e… alla prossima!!!

Pellegrinaggio Borgomanero _Roma:6° tappa

11/08/2016: CIVITAVECCHIA-ROMA (Città del Vaticano) km 81,00

Finalmente siamo in vista della meta… la prendiamo con giusta calma e, caricato per l’ennesima volta le valige sul furgone, ci accingiamo a raggiungere la Città Eterna lungo la IMG_20160811_085624Vecchia Aurelia, in parte litoranea sul mare, accarezzati da una leggera brezza mattutina che increspa leggermente la superficie del Tirreno, reso ancora più blu dal cielo terso. Procediamo abbastanza silenziosi, ognuno avvolto nei propri pensieri … ma tutti combattuti dalla stessa ambiguità: sereni, perché consci di aver raggiunto la meta; tristi, perché una bella avventura sta giungendo al termine.

Ma ben presto l’attenzione viene catturata dalla strada da percorrere contraddistinta dal traffico tipico delle grandi metropoli, la “Via Aurelia” che ci ha accompagnato fin dalla Liguria e che ci porterà nel cuore di Roma. Fortunatamente, avvicinandosi alla Capitale, le condizioni della massicciata stradale sono ottime, idem la banchina transitabile ottima per pedalare senza disturbare i mezzi di trasporto motorizzati… solo i continui saliscendi richiedono un costante impegno e continui cambi di ritmo che fiaccano i meno preparati.

Finalmente raggiungiamo il Bed & Breakfast dove scaricare il furgone e riprendere la via del centro città… questa volta accompagnati anche dai “Furgonisti” con le loro bike. Ci scorta Alessandro, (responsabile del Bed & Breakfast), con il suo scooter e in pochi minuti ci troviamo al cospetto del monumentale “Castel Sant’Angelo”, giusto il tempo di qualche scatto fotografico e ci dirigiamo verso la Basilica di San Pietro, qui ci rechiamo presso l’ufficio apposito per consegnare le credenziali dell’avvenuto pellegrinaggio e ci viene rilasciata la “Testimonium Peregrinationis”. Meta e obiettivo raggiunto.

IMG_20160811_124452

 

Approfittando della velocità di trasferimento che il mezzo a due ruote di cui siamo dotati ci consente, completiamo un anello nel centro storico della metropoli “toccando” i principali monumenti, da Piazza Venezia al Colosseo attraverso i

IMG_20160811_161251Fori Imperiali, per salire al Quirinale e ridiscendere a Fontana di Trevi, al Pantheon, a p.zza Navona, per poi rientrare al ns. albergo dove abbandoneremo le bici  per riprender la visita della città con mezzi pubblici.

Bella serata conclusa al “Maccaroni”, ristorante tipico ambito dai romani, situato in una laterale di Via del IMG_20160811_221937Corso, (Vicolo delle Coppelle). Sarà la fame… sarà la stanchezza… ma una  ”Cacio e Pepe” così, non l’avevo mai assaggiata..squisita!

A domani …per il Tour four Roma !!!!