Salvaciclisti, la norma per tutelare chi pedala

20 marzo 2017

Presentato un disegno di legge per imporre agli automobilisti che sorpassano un ciclista una distanza laterale minima di 1,5 metri.
Salvaciclisti, la norma per tutelare chi pedala

PROPOSTA BIPARTISAN – I rapporti tra automobilisti e ciclisti non sono tra i migliori, con i primi ad criticare i secondi di ostacolare il flusso del traffico e i biker a replicare accusando chi guida il mancato rispetto degli utenti deboli della strada. Una conflittualità che spesso sfocia in incidenti dovuti, secondo il prefetto della Polizia di Stato Roberto Sgalla, “alle carenze della strada intesa come infrastruttura, all’intolleranza che registriamo in genere da parte degli automobilisti nei confronti degli utenti deboli della strada e al fatto che il legislatore non si è ancora fatto carico di tutelare il mondo della bicicletta”. Una mancanza, quest’ultima, al quale provano a rimediare 64 senatori di diversi gruppi parlamentari con il disegno di legge “salvaciclisti” pensato per modificare l’articolo 148 del Codice della Strada che regolamenta il sorpasso fissando ad 1,5 metri la distanza laterale minima da tenere in caso di superamento di un ciclista.

252 CICLISTI MORTI NEL 2015 – L’intento della proposta di Michelino Davico e dei sottoscrittori della norma sarebbe di ridurre il numero di ciclisti coinvolti in sinistri. I dati sugli incidenti sono, infatti, preoccupanti: nel 2015 le vittime su due ruote sono state 252, delle quali 149 decedute in incidenti con auto, 2 contro autobus, uno contro tram e 56 contro autocarri. Nel computo si devono sommare pure 17.437 biciclette danneggiate e 16.827 ciclisti feriti. I relatori ricordano pure che in ben 5.633 sinistri si sono verificati proprio durante la fase di sorpasso di un ciclo da parte di un veicolo a motore che ha provocato contatto o uno spostamento d’aria tanto rilevante da fare cadere la persona in sella. Oltre a favorire una maggiore sicurezza degli utenti deboli, il disegno “salvaciclisti” si conforma con l’adeguamento alle regole stradali già introdotte in altri paesi europei, come Francia e Spagna. Nel paese transalpino il Code de la Route prevede una distanza minima per il sorpasso di un metro in città e di 1,5 metri sulle strade extraurbane, nonché una segnaletica specifica per ricordare agli automobilisti le regole. In Spagna la violazione della distanza di “almeno 1,5 metri” è punibile con sanzioni fino a 200 euro e con la sottrazione di 4 punti dalla patente.

APPROVAZIONE ENTRO FINE ANNO?  – Il provvedimento presentato è soltanto una proposta che dà il via ufficiale all’iter parlamentare per l’approvazione del disegno di legge che è piuttosto lungo e, tra l’altro, prevede il passaggio alla Commissione Trasporti e Lavori Pubblici del Senato. L’obiettivo, comunque, sarebbe di approvare la norma entro fine anno, anche se potrebbe essere modificata nel corso dei vari passaggi alle Camere. Tra le possibili variazioni della norma c’è, ad esempio, l’introduzione della nuova distanza di sicurezza per il sorpasso di un ciclista nei quiz per ottenere la patente come suggerito dai responsabili della dalla Federazione Ciclistica Italiana (FCI), tra i sostenitori dell’iniziativa insieme alla Federazione Italiana Amici della Bicicletta (FIAB). A favore del provvedimento si sono espressi pure i campioni dei pedali come Gianni Bugno, Alessandro Ballan, Alessandra Cappellotto e Fabio Aru sottolineando l’importanza della norma come agonisti, utenti della strada e genitori di bimbi in sella alle due ruote. Rimane da chiarire l’entità della multa per chi non rispetta la distanza del sorpasso e, soprattutto, come rilevare lo spazio di 1,5 metri introdotto dalla norma.

-tratto da _al Volante_

C.T. Pro AISM_Novara

Abbiamo pedalato oggi in favore dell’AISM una cicloturistica organizzata dagli amici del Gruppo Ciclistico 95 Novara con partenza e arrivo presso la loro sede in Via Monte S. Gabriele e valevole per il Campionato Provinciale C.T.

IMG-20170319-WA0009

Anche oggi le temperature estremamente confortevoli, da fine Aprile, hanno consentito l’adesione di un buon gruppo di cicloamatori, (ndr. ricordo l’edizione dello scorso anno… un freddo notevole!! e, conseguentemente, scarsa partecipazione…). Ed il percorso piuttosto pianeggiante, con il solo scollinamento tra Fara Novarese e Barengo, ben si addice al periodo di inizio stagione, dove per molti di noi la preparazione si limita a poche uscite…

Simpatica l’idea di offrire la colazione prima della partenza… sopratutto apprezzata da chi veniva da fuori Novara… come noi che avevamo già 37 km nelle gambe.

Un ringraziamento agli organizzatori per la gestione della manifestazione e per averci fatto pedalare anche oggi in sicurezza, con incroci presidiati e assistenza al seguito.

Arrivederci alla prossima augurando a tutti buone pedalate.

Buona la prima!

Si è svolta domenica 12 Marzo la Cicloturistica “Pro Oratorio di Borgomanero” che ha dato il via al Campionato Provinciale di Cicloturismo.

IMG-20170314-WA0001(1)

La bella giornata con temperature primaverili, ideale per una sana passeggiata in bicicletta, ha portato oltre 150 cicloamatori ad aderire alla ns. manifestazione ed ha pedalare con noi lungo l’ormai classico percorso distribuito sul territorio del medio novarese attraverso la valle dell’Agogna e lo spartiacque della valle del Ticino, andando quasi a lambire l’Alto Vergante con il passaggio ad Invorio. Posto la naturale bellezza dei siti attraversati il continuo susseguirsi di campi di quota, se pur tecnicamente non particolarmente impegnativi per pendenza e dislivello, hanno certamente impegnato i meno preparati richiedendo un paio di soste della carovana per contenere in termini ragionevoli l’impegno della carreggiata stradale.

IMG-20170312-WA0005La manifestazione aperta con la tradizionale benedizione ben inaugurante per la stagione 2017 da parte di Don Marco Borghi, rettore dell’Oratorio Parrocchiale, si è conclusa, anche qui come da tradizione, con il gustoso quanto apprezzato ristoro offerto dalla Cicloamatori Borgomanero in collaborazione con i ns. sponsor “Palzola” e “Zanetta Vini”.

Tutto è bene ciò che finisce bene!… si coglie occasione per ringraziare tutti coloro che hanno collaborato al positivo esito dell’evento, al Don, al servizio Bar, ai collaboratori che si sono offerti per gestire la logistica, alle motostaffette, al Luigino per la Direzione Corsa, ai Volontari della CRI per l’assistenza sanitaria, (fortunatamente non è stata necessario alcun intervento), ed alla CRI di Borgomanero che ha offerto gratuitamente l’Ambulanza di servizio. Ma il ringraziamento più grande va sempre a tutti voi che avete pedalato con noi per una bella mattinata in compagnia.

Grazie a tutti.

A.S.D. Cicloamatori Borgomanero

Cicloturistica PRO AISM

Domenica 19 Marzo, in Novara, gli amici del Gruppo Ciclistico 95 Novara organizzano una manifestazione a scopo benefico il cui ricavato sarà interamente devoluto all’Associazione Italiana per la Lotta alla Sclerosi Multipla.

Prova valevole per il Campionato Provinciale di cicloturismo. Il percorso pianeggiante e l’andatura controllata/turistica rendono l’evento alla portata di tutti i cicloturisti. Siete invitati a partecipare numerosi….

volantino-pro-aism-001_orig