Cicloturistica Vigliano Biellese

Abbiamo pedalato oggi la Medio Fondo di Cicloturismo, VI prova Trofeo “Alpi Challenge 2015″ e prova di campionato provinciale di C.T. organizzata dagli Amici del Ciclo di Vigliano Biellese, con partenza ed arrivo in via Mazzini, (S.S.142), a Cossato.

WP_20150628_08_31_00_ProAncora una volta la formula del  Trofeo Alpi Challenge ha confermato la sua validità, portando a pedalare lungo un percorso, ottimo per la tipologia della manifestazione, oltre 200 cicloamatori. Nonostante la calura estiva il percorso a tratti veloce, a tratti in fresco sottobosco arricchito qua e la da brevi tratti in salita, è scorso via velocemente… a parte qualche rallentamento di troppo causato per lo più dalla solita negligenza di molti che non riescono assolutamente a rimanere nella propria corsia di marca e/o dalla perdita dell’ambulanza costretta a seguire gli ultimi della carovana…. comunque tutto è bene ciò che finisce bene… Impegnativa ma, fortunatamente, breve la salita finale utilizzata per il tratto libero, così anche i meno preparati sono arrivati al riordino in tempi ragionevoli. Rientro alla francese, praticamente tutto in discesa, alla portata di tutti.

Ottima la premiazione, a base di tome e prodotti locali in alternativa alle solite coppe…. Personalmente prenderei in considerazione per le eventuali prossime edizioni di anticipare di una mezz’ora la partenza… così da poter rientrare alla proprie case ad un orario più decente

Grazie a tutti… alla prossima

Proseguiamo con i Timbri del VCO

IMG-20150621-WA0001

Ecco gli ultimi timbri dei ns. tesserati, dal vicino Pratolungo gestibile in serata siamo passati al mitico Campello Monti, gestibile ancora da Borgo con i suoi 44,4 km (ed altrettanto al ritorno) dei quali praticamente 19,3 di salita che ci porta dai 290 msm di WP_20150623_11_05_00_Pro Omegna ai 1305 di Campello, ma che richiede quantomeno una bella mattinata sui pedali.

Meno agevole, più che altro per la distanza, l’ascesa a Gurro, posto in una valle laterale a circa 2/3 della Val Canobina, qui una parte del percorso di avvicinamento è stato affrontato in auto, altrimenti una mattinata sui pedali non bastava. WP_20150620_10_12_03_Pro