2° Cicloturistica Pro Oratorio di Borgomanero

Oratorio di Borgomanero: mancano 10 mila euro per completare il restauro

Oratorio di Borgomanero:...

BORGOMANERO – A distanza di quasi due anni dall’avvio della grande sottoscrizione popolare per il restauro dell’Oratorio Parrocchiale di viale Dante (nella foto di Panizza) l’obiettivo è quasi raggiunto. A fronte di un impegno di spesa di 170.000 euro ne sono stati raccolti sinora quasi 160.000. All’appello ad oggi mancano infatti solo 9964 euro. L’intervento prevedeva la messa in sicurezza del campanile della Chiesa dell’Oratorio dedicata a Sant’Antonio Abate e il rifacimento del tetto per scongiurare il rischio di infiltrazioni di acqua piovana che avrebbero potuto compromettere la stabilità dell’intera struttura. La sottoscrizione popolare era stata avviata dal prevosto di Borgomanero don Piero Cerutti il 24 agosto 2013, in occasione della festa patronale di San Bartolomeo.     (Carlo Panizza)

ANCHE QUEST’ANNO VOGLIAMO DARE UNA MANO ANCHE NOI!!

VOLANTINO GARA ORATORIO 2015

scansione0004

I percorsi della GF Alpi Biellesi

Saranno tre i percorsi della Granfondo Alpi Biellesi, manifestazione non agonistica che il 7 giugno portera’ i ciclisti a pedalare in uno dei piu’ bei territori del Piemonte.
Aprono domani, martedì 20 gennaio, le iscrizioni alla prima edizione della Granfondo Alpi Biellesi del prossimo 7 giugno. La manifestazione, che ricordiamo essere non agonistica, per cui senza il blocco del traffico, darà la possibilità a tutti i ciclisti, quelli in grande forma e quelli meno allenati, di godere di uno scorcio panoramico sul biellese che risulta essere tra i più belli del Piemonte.

Saranno due i piatti forti dei percorsi. In primis la Panoramica Zegna, che da Trivero fino a Bielmonte attraversa l’Oasi Zegna, un vero e proprio giardino fiorito capace di lasciare a bocca aperta chiunque lo osservi. Non è infatti stata scelta a caso la data del 7 giugno, periodo in cui i rododendri danno il meglio di sé.
L’altra chicca comune a tutti i percorsi sarà la scalata ad Oropa dal versante che ogni ciclista ben conosce per essere stato teatro più e più volte di una tappa del Giro d’Italia, sopra a tutte quella mitica dell’impresa di Pantani.
Sono tre i percorsi proposti, che prendono il nome dai GPM che si devono affrontare e che vedono la partenza dai Giardini Zumaglini in pieno centro cittadino.
Il 4GPM è quello più lungo di 156 kilometri per 3431 metri di dislivello. Un bell’osso duro da affrontare, che ricalca in pieno la parte biellese della 14ª tappa del Giro d’Italia 2014, Agliè-Oropa.
Con partenza alla francese prevista dalle ore 7.30 alle ore 8, i ciclisti andranno ad affrontare un primo anello che li porterà a Bollengo per innestarsi sul tracciato di tappa e quindi affrontare il 1° GPM della “Serra” per fare poi ritorno a Biella, passando nuovamente sulla partenza e congiungersi con gli altri due percorsi.
I partecipanti al 3GPM (107 kilometri per 2948 metri) e al 2GPM (97 kilometri per 2324 metri) potranno invece partire un po’ più tardi, dalle 8.30 alle 9. Si andrà verso Cossato, quindi Roasio e poi Sostegno per addentrarsi nella Valsessera, dove si troveranno altre due asperità: l’Alpe di Noveis e Biemonte.
La salita all’Alpe di Noveis, che ha creato non pochi problemi anche ai professionisti del Giro, sarà affrontata solo dai percorsi 4GPM e 3GPM, mentre il 2GPM lo eviterà continuando sulla provinciale.
A Coggiola tutti i percorsi si riuniranno per percorrere la stessa strada fino all’arrivo, salendo a Trivero e da qui addentrarsi nell’Oasi Zegna.
Giunti alla Bocchetta di Stavello l’ampio panorama svelerà la pianura padana spaziando dalle risaie del novarese, per giungere fino alle Langhe e alle alpi cuneesi.
Ridiscesa la Valle Cervo si giungerà nuovamente a Biella dove prenderà il via la scalata ad Oropa. Giunti di fronte alla basilica, ci si potrà ristorare, indossare un capo leggero e scendere nuovamente a Biella centro, alla partenza, dove sarà allestito il pasta party.

PIEMONTE / GF TORINO

Il Wine&Food solo per 800

E’stato definito il tracciato del percorso cicloturistico della Gran Fondo Torino, che portera’ i partecipanti a riscoprire i sapori piemontesi. Disponibili solo 800 posti. Le iscrizioni sono gia’ aperte a soli 10 euro.

È stato definito il percorso dell’escursione cicloturistica “Wine&Food”, che prenderà il via alle ore 9 di sabato 5 settembre con l’organizzazione del C.C. Piemonte.Il “Wine&Food” sarà il primo evento del Torino Cycling Festival.

Il percorso di 64 kilometri, che porterà a pedalare sulle colline a sud di Torino, dove ci saranno ben tre punti di ristoro: il primo presso Pessione, il secondo presso Andezeno e il terzo presso Pino Torinese.
In questi punti si potranno degustare prodotti tipici piemontesi, associati ai giusti vini, per un’esperienza veramente di gusto. Il gruppo riprenderà il cammino non appena l’ultimo partecipante avrà terminato la propria degustazione.
Il gruppo, limitato a 800 partenti, prenderà il via da piazza Castello. Ad aprire la carovana saranno le auto di inizio manifestazione e a chiuderla saranno un’auto e il carro scopa. Il gruppo viaggerà compatto ad una velocità massima di 25km/h. A garantire la sicurezza saranno dieci moto della scorta tecnica (di cui tre attrezzate per l’assistenza meccanica), un’autoambulanza e un medico.
La partecipazione è riservata ai ciclisti tesserati e, chi non fosse in possesso di un tesserino, potrà, previa esposizione del certificato medico, stipulare una tessera giornaliera.
Il costo dell’iscrizione è di soli 10 euro e comprende le degustazioni nei tre punti di ristoro.

STELVIO BIKE DAY

Appuntamento il 29 agosto

Giornata della Bici sullo Stelvio confermata anche ad agosto 2015 con la sua quindicesima edizione. Occhi e ruote puntati sul Passo a 2.758 metri in quota.
Salire fino al Passo dello Stelvio rappresenta una sorta di missione per ciclisti e amanti delle due ruote, qualcosa che almeno una volta nella vita occorre fare. Meglio ancora quando le strade vengono chiuse al traffico e si può pedalare in assoluta tranquillità e gioia.

Lo Stelvio Bike Day si ripeterà sabato 29 agosto 2015 con la sua quindicesma edizione. Si tratta di una manifestazione libera senza iscrizione, che consente di percorrere la strada statale dello Stelvio dai versanti lombardo (da Bormio), altoatesino (da Prato allo Stelvio) e svizzero (da Santa Maria) con uno spirito che non è certo quello della competizione – l’evento è infatti non competitivo – ma è quello che punta a godere dello spettacolo naturale incredibile fino al Passo, respirando l’atmosfera della leggenda, lungo una strada che negli anni ha accolto sfide indimenticabili e momenti epici di ciclismo.
L’ultimo capitolo dello Stelvio Bike Day è stato scritto lo scorso agosto e nonostante la pioggia che durante la giornata ha spesso accompagnato la salita dei partecipanti, in circa 5200 sono riusciti a portare a termine la loro missione.

Grazie al bel tempo si continua a pedalare

Dopo la bella sgambata in Liguria della scorsa domenica in occasione della “RandoBefana” oggi siamo tornati ad assaggiare le temperature prossime agli 0 °C tipici del nostro territorio pedemontano, per trovare qualche grado in più si tende a costeggiare parte del Lago Maggiore che, grazie alla riserva termica delle sue acque, ci consente di non respirare aria gelida e un minimo di confort a mani e piedi, punti estremi maggiormente sensibili all’abbassamento delle temperature. In bici la differenza tra i meno 2 °C e i più 2 °C (meglio 4…) è abissale… Segue il lago di Mergozzo, piccolo specchio d’acqua dove si riflettono adorabilmente le case multicolore dell’omonimo paesello… un po di freddo all’ombra del Montorfano e nel tratto tra Omegna e punta di Crabbia fanno parte del gioco…. e poi via per ritornare al nostro Borgo alla ricerca di una bella doccia calda…

ed anche oggi è andata, abbiamo passato un’altra bella mattinata in compagnia… venerdì 9 riprendiamo le riunioni sociali serali presso la ns. sede in fraz. Santa Croce, domenica 11 saremo a Caltignaga per la stesura dei calendari.. poi vedremo. Prossimo evento carino, tanto per cambiare aria, domenica 25 gennaio a Nerviano per la Rando della Merla.

Speriamo di esserci… buone pedalate a tutti

Spotorno – RandoBefana 2015

Quasi 500 i randagi che si sono dati appuntamento oggi a Spotorno (SV) per la classica randonnèe di inizio stagione in onore della Befana.

Partenza scaglionata a gruppi  di dieci ogni minuto, per evitare di intasare il traffico già di suo congestionato lungo la S.S. Aurelia, e in due direzioni diverse. Verso Savona per il percorso da 200 km, verso Sanremo per il percorso da 120 km. WP_20150104_09_12_08_Pro Partenze previste a partire dalle ore 8,45, a noi è toccato verso le 9,20 con il sole che si stava alzando sul mare in un cielo terso, senza una nuvola, temperatura attorno ai dodici gradi. I ns. compagni d’avventura del Bike Adventures partono in direzione Savona. Con l’amico Roberto preferisco partire in direzione Imperia. Che bello pedalare sulle strade della mitica “Milano – Sanremo” in un continuo alternarsi di compagni di viaggio, affrontando allegramente i continui saliscendi del percorso su un’Aurelia ancora sonnecchiante e poco trafficata.

WP_20150104_09_12_23_Pro

La prima difficoltà è rappresentata dalla salita delle Cipresse, un paio di km all’ 8% che si fanno particolarmente sentire in questo momento di inizio stagione, per fortuna siamo all’ingresso di Imperia dove è localizzato il punto di controllo che fa da caposaldo al percorso corto. Mentre aspettiamo l’arrivo dei compagni del lungo ci concediamo un giro nel porto turistico ad ammirare gli Yacht ormeggiati… uno spettacolo!!, (anche se, di questi tempi un po indigesto…). Passati gli amici del lungo, valutato anche il vantaggio in termini di tempo a ns. disposizione per il rientro, decidiamo di approfittare della bella giornata per farci un bel piatto di “pennette allo scoglio” frontemare…. e poi via per il rientro. Di nuovo il mangiaebevi lungomare… questa volta in compagnia di lunghe file di auto che si preparavano per il rientro dal week-end, ulteriormente rallentati da una foratura rintriamo a Spotorno che già si intravede il sorgere della Luna, WP_20150104_17_02_35_Pro ma comunque soddisfatti per la bella giornata trascorsa in bici. Gli amici del percorso lungo arrivano scaglionati quando ormai è sceso il buio, li attendiamo per il pasta-party sulla spiaggia ove il racconto di ogniuno è accompagnato in sottofondo dal dolce infrangersi delle onde sulla banchigia… anche questo è parte integrante dello spirito rando….