Momo-Coiromonte-Momo

27072014297Ben 195 cicloturisti/amatori hanno pedalato oggi la cicloturistica valevole come 7° prova del Trofeo Alpi Challenge, Campionato Provinciale e Regionale di cicloturismo, definita “Momo Coiromonte Momo”.

L’ormai collaudato percorso, studiato per intralciare il meno possibile le strade di grande comunicazione, offre una bella panoramica del ns.  territorio, spaziando tra i campi lavorati della pianura del medio novarese, ai vigneti delle zone più collinari fino a portarci agli scorci stupendi sul lago d’Orta attraverso i boschi di castagno alle pendici del Mottarone che hanno inombrato il tratto libero in salita da Armeno a Coiromonte.

Valida come sempre l’organizzazione, con il solo appunto dell’andatura a tratti un po a singhiozzo che ha costretto molta gente a mettere i piedi a terra causa improvvisi ed altrettanto ingiustificati rallentamenti in salita, con ovvie difficoltà nel riprendere la posizione in sella. Un po di ritardo sui tempi di arrivo sono stati causati dal malore di un concorrente che ha obbligato gli organizzatori ad attendere l’arrivo di un’ambulanza sostitutiva prima di riprendere il tragitto di rientro dopo il ristoro… ma sono cose che succedono, fortunatamente tutto è andato a posto, anche grazie all’intervento del presidente del 118 di Novara e VCO, ed il collega cicloamatore ha ripreso regolarmente coscienza ed è stato trattenuto sotto controllo medico solo per motivi di sicurezza.

Un ringraziamento a tutti coloro che si sono adoperati per farci fare una bella pedalata in sicurezza… e arrivederci a domenica prossima a Gattinara

XV^ PEDALATA ECOLOGICA … AOSTA – GRAN SAN BERNARDO

Sabato 02 agosto 2014

XV^ Pedalata ecologica … Aosta – Gran San Bernardo

da Aosta ARCO d’AUGUSTO, (ritrovo Bar Cittadella dei Giovani), con via volante (dopo giro in mezzo ad Aosta) all’altezza della rotonda dell’ospedale.
Via ore 09.30.
Km 32,9 per giungere fino ai 2.469 m.s.l. del Colle,  pendenza media 5,72 %
La manifestazione è organizzata dal G.S. Les Gamolles e si svolge lungo la strada statale che porta al Gran San Bernardo.
Info qui:
LINO 348 – 3380393     SANDRO  339 – 4428098  FURIO  348 – 3963544La salita non presenta tratti troppo duri, ma la lunghezza si fa comunque sentire.
Pur essendo una pedalata ecologica gli organizzatori prendono il tempo di salita al Colle, rilasciando un attestato con il tempo impiegato.
Ovviamente non è presente alcuna classifica ed alcuna premiazione individuale.
AOSTA -GRAN SAN BERNARDO
Mappa Dislivello
 aosta_gsbernardo_mappa_mini.jpg  aosta_gsbernardo_dislivello_mini.jpg

PROGRAMMA 2014
1) RITROVO

c/o Bar Cittadella dei giovani (zona Arco d’Augusto).
2) TESSERAMENTO
Per la partecipazione è necessario essere in regola con il tesseramento annuale alla Federazione Ciclistica Italiana o altro Ente sportivo parificato. Per chi non ne fosse in possesso è previsto un semplice e sbrigativo tesseramento F.C.I. giornaliero da farsi all’atto dell’iscrizione per la modica
somma di euro 5,00. La tessera garantisce copertura assicurativa dalla F.C.I. per eventuali incidenti.
3) PARTENZA
alle ore 9,30 dall’Arco d’Augusto; dopo il transito in città lungo un breve percorso cittadino, a gruppo compatto, la partenza “volante” verrà data all’altezza dell’incrocio di via Roma. È garantito dall’organizzazione il rilevamento del tempo personale di sola salita.
4) ARRIVO
in località Colle del Gran San Bernardo in Comune di Saint-Rhémy-en-Bosses, quota 2.450 m.s.l.m.;
5) RIFORNIMENTI
in località Saint-Rhémy, sopra l’abitato è previsto n. 1 rifornimento a cura dell’organizzazione.
6) LA QUOTA D’ADESIONE DI e 20,00 COMPRENDE
- Il trasporto degli indumenti di ricambio personali a cura dell’organizzazione da Aosta al Colle Gran San Bernardo, Comune di Saint-Rhémy-en-Bosses.
- Un ricco ristoro per i partecipanti alla manifestazione al termine della salita.
- La possibilità di cambiarsi in un luogo coperto in zona arrivo e doccia calda in località BAR TENNIS di Saint-Oyen, adiacente alla zona pranzo.
- L’attestato di partecipazione con indicato il riscontro  cronometrico personale impiegato che sarà consegnato all’arrivo.
- Maglia da bici commemorativa ai primi 400 iscritti, obbligatoriamente indossata durante la salita.

7) PRANZO
a partire dalle ore 12.30 fino alle ore 14.30 in località PRENOUD di Saint-Oyen, per i concorrenti, loro famigliari e amici, presso il padiglione predisposto dalla PRO LOCO di Saint-Oyen, al prezzo di euro 13,00 cad. non compreso nella quota di iscrizione(acqua compresa, vino e bevande esclusi).

 

 

Provato il percorso del “Memorial Lino Fornara”

La giornata uggiosa non ci ha impedito oggi di provare il percorso della  Cicloturistica dedicata al nostro Campione di ciclismo degli anni 50′ PASQUALINO FORNARA, ed in programma per il prossimo 14 Settembre. fornara_pasqualinoVincitore di 4 Giri di Svizzera era noto per essere un ottimo scalatore, per questo abbiamo studiato un percorso che fosse adatto alla preparazione di un cicloturista… ma con ben poca pianura. Si parte dall’Area attrezzata di San Bernardo che, dotata di parcheggio, servizi igienici, eventuale lavaggio bici, bar e cucina, rappresenta una struttura ricettiva ideale ad ospitare l’area logistica della manifestazione. Partiremo in direzione Nord per poi percorrere via Maggiora e portarci su Corso Sempione per entrare nel centro storico del paese, attraversato il quale si imboccherà via Arona per portarci nell’omonima direzione. In località Cascina Piola di Gattico devieremo per Talonno ed Invorio per percorrere successivamente l’Alto Vergante, ad eccezzion fatta dei primi 7 km, da quando si esce dalla S.S. 142 sarà un susseguirsi di saliscendi che andranno interpretati con filosofia… e i più allenati dovranno avere pazienza, perché l’andatura la faranno i cicloturisti  meno veloci.

Sosta a Gignese, 685 mt s.l.m.

Sosta a Gignese, 685 mt s.l.m.

Percorso l’Alto Vergante, dopo Carpugnino svolteremo a sinistra verso Vezzo e Gignese, questo tratto sarà lasciato ad andatura libera, così da lasciare sfogare i cicloamatori. Successivamente, all’ingresso di Gignese, organizzeremo un punto di ristoro idoneo a ricompattare i ranghi dopo il tratto libero. Ripartenza seguendo la valle dell’Agogna fino ad Armeno, poi a sinistra per Miasino, attraversamento di Vacciago e ricongiungimento con la S.S. 229 del Lago d’Orta sotto Gozzano. Da qui a sinistra, in discesa, per percorrere la sponda del lago fino ad Omegna e risalire dalla sponda opposta a Nonio e Cesara, Circonvallazione di Alzo, zona industriale di San Maurizio, circonvallazione di Gozzano e strada del rubinetto per il rientro a Borgomanero dopo circa 92 km. di percorso attraverso siti tra i più belli d’Italia.

Stiamo preparando la brochure… appena disponibile la pubblicheremo…. saremo lieti di una bella partecipazione, ne varrà sicuramente la pena!!!

Festa delle Associazioni

19072014276Ha avuto luogo ieri, sabato 19 luglio, la Festa delle Associazioni di Borgomanero, evento ideato all’interno dell’ufficio comunale per le relazioni con il pubblico e nato lo scorso anno con lo scopo di promuovere la conoscenza e la diffusione delle Associazioni esistenti sul territorio comunale. Regolarmente iscritte e presenti sul territorio dovrebbero essere circa 120 con finalità varie e diverse, dalle Ass. culturali alle assistenziali e così via…. ovviamente la ns. appartiene alle associazioni sportive, e siamo stati dislocati in corso Mazzini.

Vuoi per la data non proprio indicata, vuoi per la giornata dalla temperatura torrida, quest’anno l’adesione alla manifestazione è stata inferiore allo scorso anno, ed anche il pubblico presente è apparso più accaldato che interessato… comunque “l’importante è partecipare”… e noi c’eravamo, mentre non abbiamo visto alcun rappresentante del comune, e questo non è bello.

Un ringraziamento a tutti coloro che hanno collaborato.. arrivederci al prossimo anno.

La Centovalli

13072014240Abbiamo pedalato oggi la “Centovalli”, una delle manifestazioni cicloturistiche paesaggisticamente più belle organizzate nel VCO e, diciamolo pure senza ombra di dubbio, nel piemonte nord orientale.

Il percorso, che si estende per quasi 140 km, obbliga gli organizzatori ad anticipare la partenza tra le 7,00 e le 7,30, e questa si svolge alla francese, cioè si parte a piccoli gruppi, anche questa scelta diventa quasi obbligatoria per non bloccare troppo a lungo la S.S. che costeggia il Lago Maggiore rischiando di creare un eccessivo blocco nel traffico lungo una strada già di per se in buona parte stretta e tortuosa.

L’ingresso nel Canton Ticino ci fa subito capire quanto l’organizzazione italiana sia lontana dagli standard europei… quanto è bello pedalare su strade dal fondo regolare e senza essere circondati dalla monnezza. Se è vero che i ns. politici pensano solo a riempire le loro tasche e quelle dei loro amici anzichè sistemare le strade… ma almeno alla pulizia potremmo pensarci anche un po noi…o no!!!

Bando alle lamentele torniamo al percorso, molto bella la salita della centovalli con scorci veramente da cartolina e con pendenze più che accettabili. L’attraversamento di Re, Malesco e santa Maria Maggiore c portano al centro della valle dei pittori dove ci aspetta il meritato ristoro gestito da signore in costume locale. Si riparte e si vola giu per la discesa dove si raggiungono anche i 90 all’ora nei tratti in galleria per poi affrontare il falsopiano controvento per ritornare a Gravellona e ad Omegna dove ci aspetta un bel pasta party per un momento di convivialità

Grazie a tutti e arrivederci alla prossima cicloturistica