Prima uscita di gruppo della “fase 2”

IMG_20200531_094306Dopo qualche uscita domenicale rigorosamente in solitaria, come previsto dal DPCM della fase due per quanto riguarda l’attività sportiva individuale, stamani abbiamo provato ad uscire nuovamente in compagnia.

IMG_20200524_101716In realtà non è facile mantenere un “distanziamento sociale” adeguato ed idoneo a garantire la non trasmissione del virus. Anche se il mio pensiero a riguardo, come già spiegato in un precedente articolo in merito, appoggia la teoria che andando in bicicletta la concentrazione delle particelle espulse tramite l’espirazione da chi ti precede non dovrebbe essere tale da poter aggredire le proprie difese immunitarie, devo riconoscere che le conoscenze sulle reali capacità di trasmissione di questo coronavirus ,(CoViD_19), sono ancora lontane dall’essere definite con certezza.. e che questo ci dovrebbe portare coscienziosamente a riflettere sulla reale necessità di uscire in gruppo almeno fino alla sua quasi completa estinzione.

IMG_20200527_182844Nonostante le buone intenzioni della partenza di mantenere almeno una 10na di mt di distanza tra i vari elementi del gruppo, diventa inevitabile, in caso di rallentamenti e o impianti semaforici rossi, incroci ed altro, ritrovarsi a stretto contatto. Speriamo che tra noi non ci sia nessun “Portatore Sano”.

Certamente l’uscita in gruppo rappresenta un momento di socializzazione e risulta molto più stimolante e divertente di qualsiasi pedalata in solitaria.. ma per queste avremo sicuramente molte occasioni più avanti. Per ora conviene  non sfidare troppo la “dea bendata” e riconsiderare  le indicazioni dei ns. esperti sanitari rimettendoci “in forma” in attesa di poter tornare ad organizzare uscite di gruppo in tutta sicurezza.

In forma, e buone pedalate a tutti.

Prima domenica dopo la riapertura al CoVid-19

Eccoci qua!

Felici e soddisfatti?… Ancora non lo sappiamo!

Certamente un primo passo significativo verso un atteso “ritorno alla normalità” è stato fatto. Chi ha potuto uscire in settimana si era già tolto questa piccola soddisfazione… Chi, come me, ancora soggiogato dagli impegni lavorativi aspettava il fine settimana per risalire sulla propria bici, ha approfittato di questa prima domenica “no limit” per una sana pedalata in solitaria attraverso campagne e colline del territorio circostante.

Nonostante la giornata un po grigia ed il cielo coperto di nuvole ho incontrato parecchia gente, chi a piedi, chi in bici, che aveva fatto la mia stessa scelta, uscendo alla ricerca di quella sensazione di libertà che solo il pedalare o il camminare lungo strade poco trafficate da mezzi motorizzati può trasmetterti. Il solo percepire i suoni e i profumi della natura che ci circonda rappresenta il miglior “antistress” che anche il medico o lo psicologo più blasonato ti possa prescrivere. Se a questo unisci il respirare a pieni polmoni e il far lavorare il proprio apparato cardiovascolare a regimi “antisedentarietà” non esiste nulla di meglio, (o quasi!),  che puoi offrire a te stesso… e questo è parte integrante del Cicloturismo…

Aspettando tempi ancora migliori, ed il poter tornare a pedalare in compagnia per poter condividere questo spirito di libertà che ci pervade, auguro a tutti tante sane pedalate!

Ecco cosa si può fare il quattro maggio in bicicletta.

Tratto da articolo di “Cicloturismo” del 30/04/2020


Ecco le domande più frequenti che si trovano sul web, per quando riguarda DPCM della fase due per quanto riguarda l’attività sportiva individuale :
-Si può andare a pedalare?
Si, perché sarà di nuovo consentito svolgere l’attività sportive all’aperto.
-Serve l’autocertificazione?
Si, Bisogna portarla sempre con sé ad ogni uscita in bicicletta fuori dal proprio comune di residenza, è consigliabile portare anche con sé un documento d’identità valido.
-Bisogna indossare la mascherina?
No durante l’attività sportiva, ma è consigliabile portarsela con in caso di sosta in un posto affollato.
-Ci si può allontanarsi dal proprio territorio comunale?
Si, ma bisogna fare attenzione alle ordinanze regionali.
– Si può raggiungere il luogo della pedalata in macchina?
No, bisogna partirà da casa in bicicletta.
Bisogna essere tesserati?
No, tutti posso andare a pedalare liberamente.
-Si può andare in bicicletta in regioni diverse ?
No, bisogna pedalare solo nella propria regione di residenza.
-Bisogna mantenere una distanza di sicurezza?
Si, circa 10 metri.

Giro nella Valle del Ticino

Come imposto dal Decreto Ministeriale emanato in data 4 Marzo 2020, tutte le manifestazioni sportive amatoriali sono state sospese fino al 3 Aprile p.v. nella speranza di limitare il diffondersi del COVID-19. Confortati dal parere degli specialisti medico sportivi che sostengono l’attività ciclistica effettuata all’aria aperta, in un contesto sano, dinamico e attivo rende estremamente difficile la trasmissione del virus, ci siamo permessi una pedalata in compagnia di pochi amici lungo le rive del Ticino.

Una bellissima giornata dalle caratteristiche ormai tipicamente primaverili ci ha regalato degli scorci di quell’Italia “da cartolina” che i nostri concittadini, (Europei), d’oltralpe possono solo sognare … Il Parco del Ticino con la sua flora e la sua fauna tipicamente fluviale, le sue acque chete nelle quali si riflettono le acacie ancora spoglie ma con le ramificazioni dalle sfumature verdeggianti per la presenza di infiniti germogli pronti ad esplodere in una gioiosa primavera.. (ndr: e qui ci vorrebbe un sottofondo Vivaldiano per meglio descriverla…) ci ha consentito di passare un bel momento alla faccia, speriamo, del micidiale Coronavirus.

IMG_20200308_093842

Nella speranza che presto si possa tornare alla “normalità” ed alle ns. belle pedalate in compagnia senza spauracchi e limitazioni, speriamo queste ultime almeno utili, colgo l’occasione per augurare  buone pedalate a tutti.

ANNULLATA la ns. C.T. pro Oratorio

Nonostante la ns. buona volontà, e lo dimostra il fatto che abbiamo aspettato fino ad emettere la presente comunicazione, nel rispetto delle normative vigenti, vedi il decreto  04 marzo 2020 emanato dalla Presidenza del Consiglio con lo scopo di contenere la diffusione del virus COVID-19 riguardante, nello specifico, le attività sportive amatoriali, la scrivente A.S.D. Cicloamatori Borgomanero si vede costretta ad annullare la cicloturistica in oggetto che era in programma domenica 8 marzo p.v.

VOLANTINO GARA ORATORIO 2020_Annullato

è ovvio il dispiacere per questa scelta, sia per quanto riguarda il perdere un’opportunità di condividere una sana pedalata in compagnia tra amici, ma sopratutto per aver perso l’occasione di rivivere in mezzo a noi  la memoria del ns. Socio Carmelo Crobu. Sardo, grande appassionato di ciclismo, caparbio vincitore di molte gare amatoriali sul ns. territorio, descritto, da chi correva con Lui una 30na di anni fa, come ragazzo Leale, Onesto e Generosissimo. (ndr Angelo Tredanari)

La mia opinione, confortata dagli specialisti medico sportivi, è che la pratica sportiva all’aria aperta, il ciclismo in particolare, in un contesto  sano, dinamico e attivo, rende estremamente difficile la trasmissione del virus in quanto la diluizione nell’ambiente è talmente veloce da non permettere una sufficiente carica virale  per poter infettare le persone vicine, è molto più pericoloso viaggiare sui mezzi pubblici, ho andare a far spesa in un centro commerciale….

Come sempre… buone pedalate a tutti!